Stampa

Fabiana Proietti

Fabiana Proietti è nata a Roma nel 1981. Laureata in Filmologia all’Università La Sapienza di Roma con una tesi su alienazione e metropoli nel cinema americano anni 70 e a Roma Tre con la cattedra di Letterature comparate, per uno studio sui rapporti intertestuali fra letteratura e cinema.

Ha collaborato con la casa editrice Rubbettino in qualità di editor free lance per i lavori Luiss University Press.
 
Giornalista pubblicista dal 2009, ha fatto parte della  redazione di Close-Up, dove è stata anche caposezione della rubrica di serie televisive, e di Sentieri Selvaggi.it

Collabora con la rivista di cinema e psicanalisi, Eidos e le riviste web Point Blank, Cinema del Silenzio; ha scritto per Dude Magazine, la rivista del Museo del Cinema Mondoniovo e per Alfalibri, inserto letterario di Alfabeta.

È coautrice del volume Il buio si avvicina. Temi, figure e tecniche dell’horror americano dalle origini a oggi, edito da Dino Audino e ha scritto diversi saggi, tra cui: Alina e le altre. Il tempo, la memoria e il sentimento per il volume Cinegomorra, luci e ombre sul cinema italiano, Edizioni Sovera; il profilo Paul Schrader. La tentazione dell'immagine in La superficie e l'abisso. percorsi culturali e politici sul cinema americano degli anni ottanta, edito da Aracne; Spiderman di Sam Raimi, for love of the game in Comic book movies. Percorsi nel cinema dei supereroi a stelle e strisce; Di una funzione Isherwood, apparso nel numero 44 della rivista letteraria Il Verri dedicato ad Alberto Arbasino; per gli ebook della collana Sentieri Selvaggi ha scritto The look of love, pubblicato in Wes Anderson. Moonrise cinema e i profili su Matthew McConaughey e Colin Farrell rispettivamente per True Detective. Viaggi al termine della notte e True Detective. Vivere e morire a Los Angeles.


Per la Scuola di cinema Sentieri selvaggi, oltre ad occuparsi della comunicazione di scuola e rivista, è docente del corso “Storia del cinema” del percorso triennale Unicinema.


Joomla SEF URLs by Artio